Testare la configurazione di avvio presente su hard disk con qemu senza riavviare

L’emulatore QEMU consente di testare agevolmente le ISO delle distribuzioni linux e anche una chiavetta usb avviabile.

L’emulatore  Qemu  – KVM consente anche di testare la configurazione di boot degli hard disk presenti nel sistema senza la necessita di procedere al riavvio.

 

per testare il disco sda  digitare ad esempio

kvm -hda /dev/sda

o

qemu-system-x86_64 -hda /dev/sda






qemu può essere installato con:

sudo apt-get install qemu

oppure

sudo apt-get install qemu-kvm

 

Testare una chiavetta usb di avvio

Nella stessa modalità può essere per testata una chiavetta usb di avvio.

kvm -hda /dev/sdc

oppure

qemu-system-x86_64 -hda /dev/sdc


Provare una distro live con qemu

 

L’emulatore Qemu – kvm consente anche di provare distro linux direttamente dal file .iso.

Ad esempio una live antiX su potrà essere eseguita  con  :

kvm -cdrom antiX-16.2_x64-base.iso -m 512

Con -m viene specificata la RAM da dedicare.

 

Se il PC presenta qualche GB di RAM ( ad esempio 4GB)  L’avvio di ISO con qemu risultarà senz’altro efficace.

Volendo è possibile anche indicare il disco immagine  IDE hard disk 0.
Per creare il disco immagine

qemu-img create  qemu_hda.img 2G

Quindi il comando per lanciare la ISO diventa

kvm  -cdrom antiX-16.2_x64-base.iso  -hda qemu_hda.img   -m 512

oppure

kvm  -cdromantiX-16.2_x64-base.iso  -hda qemu_hda.img   -m 512 -boot d

 

Nota: Il formato di default per il disco immagine è raw volendo si può precisare anche il formato vmdk di vmware :    qemu-img create  -f vmdk qemu_hda.vmdk 2G

Risorse:

 

 

Annunci

Testare una chiavetta usb di boot o una ISO con qemu

L’emulatore QEMU consente di testare agevolmente le ISO delle distribuzioni linux e anche una chiavetta usb avviabile.

Installare qemu con:

sudo apt-get install qemu

oppure

sudo apt-get install qemu-kvm

per testare una chiavetta usb di avvio digitare

kvm -hda /dev/sdb

oppure

qemu-system-x86_64 -hda /dev/sdb

Una ISO live potrà essere eseguita  con  :

kvm -cdrom slax-6.1.2.iso -m 512

Con -m viene specificata la RAM da dedicare.

Sel il PC presenta qualche GB di RAM ( ad esempio 4GB)  L’avvio di ISO con qemu risultarà senz’altro efficace.

Volendo è possibile anche indicare il disco immagine  IDE hard disk 0.
Per creare il disco immagine

qemu-img create  qemu_hda.img 2G

Quindi il comando per lanciare la ISO diventa

kvm  -cdrom slax-6.1.2.iso  -hda qemu_hda.img   -m 512

oppure

kvm  -cdrom slax-6.1.2.iso  -hda qemu_hda.img   -m 512 -boot d

 

Nota: Il formato di default per il disco immagine è raw volendo si può precisare anche il formato vmdk di vmware :    qemu-img create  -f vmdk qemu_hda.vmdk 2G

Risorse:

 

 

Provare le immagini ISO live in Ubuntu 12.10 – remastersys – qemu

Grazie all’ emulatore QEMU risulta agevole, in ubuntu 12.10 testare  una distribuzione live per la quale sia diponibile una ISO. Ovviamente la modalità si presta anche per provare le proprie ISO create ad esempio con remastersys

Installare qemu con:

sudo apt-get install qemu-kvm

Se si è generata una custom-backup.iso con remastersys può essere avviata ed utilizzata con

kvm -cdrom custom-backup.iso -m 1024 -vga std

Con l’opzione  -m 1024  si intervenie sulla  la RAM da dedicare alla macchina virtuale,  con  -vga std  sulla risoluzione

Per utilizzare anche l’audio utilizzare l’opzione -soundhw ad esempio:

kvm -cdrom custom-backup.iso -m 1024 -vga std -soundhw all

Di seguito alcune schermate di una macchina virtuale Lubuntu 12.10  ottenuta con remastersys opzione backup file custom-backup.iso:
1) avvio

ubuntu 12.10 qemu-remastersys avvio ubuntu 12.10 qemu-remastersys start

 

2) desktop e windows manager a disposizione

ubuntu 12.10 qemu-remastersys

3) environment awesome si nota pcmanfm con protocollo sftp su macchina remota della rete locale la risoluzione video è 1920×1080.

Comunque con qemu possiamo avviare qualsiasi iso live ad esempio se si dispone della iso slax: slax-6.1.2.iso
La live potrà essere eseguita  con :

kvm -cdrom slax-6.1.2.iso -m 512

Sel il PC presenta qualche GB di RAM ( ad esempio 4GB)  L’avvio di ISO con qemu risultarà senz’altro efficace.

Volendo è possibile anche indicare il disco immagine  IDE hard disk 0.
Per creare il disco immagine

qemu-img create  qemu_hda.img 2G

Quindi il comando per lanciare la ISO diventa

kvm  -cdrom slax-6.1.2.iso  -hda qemu_hda.img   -m 512

oppure

kvm  -cdrom slax-6.1.2.iso  -hda qemu_hda.img   -m 512 -boot d

Nota: Il formato di default per il disco immagine è raw volendo si può precisare anche il formato vmdk di vmware :    qemu-img create  -f vmdk qemu_hda.vmdk 2G

E possibile anche utilizzare interfaccie grafiche per l’avvio di qemu ad esempio qemu-launcher che si installa con:.

sudo apt-get install qemu-launcher

qemu-laucher

Creare un DVD, un CD o una chiave USB Multiboot

Aggiornamento  maggio 2013

Nuovo post con integrazioni e aggiornamenti su MultiCd   MultiCd per creare CD e DVD Multiboot in Linux

—–

Considerato che il rilascio delle distribuzioni linux avviene con una certa frequenza, solo nel caso di Ubuntu sono 2 all’anno e per ciascuna di queste esistono poi diverse varianti. Visto che diverse sono le distro live specializzate in ambiti particolari e che esistono diversi tools vedi antivirus, boot manager , etc., ecco che risulta assai conveniente disporre di un DVD o di un CD o una chiaveta USB che possano contenere diverse di queste ISO permettendo il loro avvio tramite menu.

Nel mondo linux trovo veramente interessante multicd ( http://multicd.tuxfamily.org/ ) uno script, licenza MIT, in grado di costruire multiboot DVD o CD a partire da un buon numero di distribuzioni.

Per l’utilizzo dello script creare una cartella e valutare qualora si intendano realizzare multiboot DVD che potrebbe raggiungere temporaneamente i 15GB. Personalmente in questo caso preferisco utilizzare una partizione dati specifica.

mount -t auto /dev/hda10 /media/dati

mkdir /media/dati/multicd

cd /media/dati/multicd

Scaricare l’ultima versione di sviluppo di multicd con git

git clone git://git.tuxfamily.org/gitroot/multicd/multicd.git

copiare nella directory le iso che si intendono inserire nel DVD multiboot

I files ISO devono talvolta essere rinominati secondo le indicazioni sul sito di multicd supported boot images .

Ad esempio possiamo copiare nella cartella multicd:

slax-6.1.2.iso
ubuntu-11.04-desktop-i386.iso

invece copiamo e rinomiamo
super_grub2_disk_hybrid_1.99b1.iso
in
super_grub2_disk_hybrid_1.99b1.img

jOrganPup-2011.6.iso
in
jo.puppy.iso

Quindi:

chmod +x multicd*.sh

./multicd.sh

Risorse:

Per creare una chiavetta USB multiboot in Linux è possibile utilizzare il programma Multisystemm script di installazione download

Alternative windows xboot, sardu, yumi.

Programmi per creare una chiavetta USBcon sistema operativo live LinuxLIve USb Creator, Unetbootin

MultiCD

Making a Multi Booting CD DVD USB | Phoxis

reboot.pro.

ISO Distro e ISO Tools interessanti:

Super Grub Disk: super_grub2_disk_hybrid_1.99b1.iso

GRUB4DOS grub.exe

Avira AntiVir Rescue Systemavira.iso – 2012-06-24

Finnix 104 – the liveCD for system administrators – 20120207

Trinity Rescue Kit – 20110412 trinity-rescue-kit.3.4-build-372.iso

GParted – Browse /gparted-live-stable/0.12.1-5 at SourceForge.net gparted 2012-05-20

Offline Windows Password & Registry Editor – 2011-‘5-11

Ultimate Boot CD – Overview

EASEUS Disk Copy

FreeDOS base or full CD

Hiren’s BootCD

Testare una ISO in Ubuntu 12.04 con qemu

Grazie all’ emulatore QEMU risulta agevole, in ubuntu 12.04, testare  una distribuzione live per la quale sia diponibile una ISO.

Installare qemu con:

sudo apt-get install qemu

Qualora di disponga ad esempio della iso slax: slax-6.1.2.iso

La live potrà essere eseguita  con  :

kvm -cdrom slax-6.1.2.iso -m 512

Con -m viene specificata la RAM da dedicare.

Sel il PC presenta qualche GB di RAM ( ad esempio 4GB)  L’avvio di ISO con qemu risultarà senz’altro efficace.

Volendo è possibile anche indicare il disco immagine  IDE hard disk 0.
Per creare il disco immagine

qemu-img create  qemu_hda.img 2G

Quindi il comando per lanciare la ISO diventa

kvm  -cdrom slax-6.1.2.iso  -hda qemu_hda.img   -m 512

oppure

kvm  -cdrom slax-6.1.2.iso  -hda qemu_hda.img   -m 512 -boot d

Nota: Il formato di default per il disco immagine è raw volendo si può precisare anche il formato vmdk di vmware :    qemu-img create  -f vmdk qemu_hda.vmdk 2G