Archive

Posts Tagged ‘Windows’

Condividere mouse e tastiera tra computers. Synergy in SUSE, Ubuntu e Mac OS X

settembre 30, 2013 Lascia un commento

Obiettivo:  condividere  tastiera e mouse tra una macchina Ubuntu 13.04 ( agirà da server),  un pc SUSE 12.3 ( agirà  da client ) e un Macbook pro OS X 10.75 (agirà da client)  utilizzando synergy e le sue due GUI quicksinergy e qsynergy.  Sinergy è un’efficace applicazione per condividere mouse e tastiera tra vari computers  anche con diversi sistemi operativi.  Sinergy consente anche il  copia e incolla.  Per semplificare la configurazione di Sinergy sono disponibili anche GUI come  QuickSinergy e QSynergy . Configuriamo dapprima il pc Ubuntu 13.04 che agirà da server, quindi il pc SUSE 12.3 e infine il macbook pro OS X 10.7

pc controllore Ubuntu

In ubuntu gli applicativi si trovano direttamente nell’Ubuntu Software Center. Quindi per installare da terminale:

sudo apt-get install quicksynergy synergy

Configurare synergy con QuickSynergy

Installare synergy e quicksyergy nel computer controllore. Synergy agirà in un computer da servercomputer che controlla e negli altri agirà da client:computers controllati.

quicksynergy server

quicksynergy server

Lanciare QuickSynergy nel computer server quello con tastiera e mouse che controllano  (anche chiamato computer host). Nel tab “Share” inserire i nomi degli Screen Name. I nomi vanno inseriti nelle quattro posizioni a disposizione. Lo Screen Name è il nome che si assegnerà al computer che verrà controllato. La posizione verrà scelta a seconda della collocazione dei monitos. Ad esempio: inseriamo Ubunu12.04 nel campo a destra. Premiamo Execute.

pc controllato SUSE

I pacchetti in questione synergy e qsynergy non sono presenti nei repository ufficiali pertanto per avere l’ultima versione disponibile scarichiamo i pacchetto rpm da  http://download.opensuse.org/repositories/home:/lnt-sysadmin:/tools/openSUSE_12.3/ e precisamente da

Index of /repositories/home:/lnt-sysadmin:/tools/openSUSE_12.3/x86_64 

I pacchetti sono synergy-1.4.12-5.1.x86_64.rpm e qsynergy-1.4.12-5.1.x86_64.rpm

installiamo da terminale con:

zypper install synergy-1.4.12-5.1.x86_64.rpm 
e
zypper install qsynergy-1.4.12-5.1.x86_64.rpm

Configurare synergy con QSynergy in SUSE

l’interfaccia è diversa da quicksynergy. Avviare synergy utilizzando il menu oppure da terminale con

synergy

oppure

qsynergy

Considerato che SUSE dovrà agire da client selezionare Client nella prima maschera che si presenta

qsynergy

qsynergy

qsynergy encryption

qsynergy encryption

Nella seconda e successiva finestra è possibile selezionare il tipo di cifratura se si è in un rete locale dove non sono necessarie precauzioni legate alla sicurezza si può optare per nessuna cifratura. In questo caso non verrà richiesta la password. Qualora si opti per un tipo di cifratura dovrà essere la stessa in entrambi i pc.

Procedere cliccando Finish.

Nella maschera successiva indicare nella sezione client, che risulterà già spuntata,  il numero ip del pc controllore denominato anche server o host:

Lo screen name suse03 in questo caso coincide con l’hostname.

qsynergy Server IP

qsynergy Server IP

pc controllato Macbook pro OS X 10.75

Scaricare il .dmg adeguato dal sito synergy pagina Synergy – Download

Installare aprendo il file .dmg.

Trascinare  in Applications.

Avviare con doppio click  e configurare analogamente a quanto indicato per suse.  Cioè selezionare modalità client. Quindi disable encription nell’ultima maschera indicare l’ip del computer controllore.

Synergy client

Synergy client

synergy encryption

synergy encryption

synergy server ip

synergy server ip

Le operazionei nel computer controllato possono anche essere svoilte utilizzano ssh -X se attivo il server ssh

quicksynergy-client-execute

IMPORTANTE:  Prima attivare il server e poi è possibile mettere sotto il suo controllo il/i client/s premendo il tasto Execute in questo/i. Ancora poichè ogni computer può agire da server o cliente il tasto Execute varia a seconda del tab selezionato. Pertanto va premuto Execute con selezionato il tab corretto. “Share” per il server “Use” per i clients  Per controllare il numero ip da terminale utilizzare in linux ifconfig in windows ipconfig.

i files synergy.conf e quicksynergy.conf nel pc ubuntu che agisce da server
.quicksynergy/synergy.conf

section: screens
	ms-lu1304:
	MacBook-Pro.local:
	suse03:
end
section: links
	ms-lu1304:
		left = MacBook-Pro.local
		right = suse03
	MacBook-Pro.local:
		right = ms-lu1304
	suse:
		left = ms-lu1304
end

.quicksynergy/quicksynergy.conf

[Share]
Left=MacBook-Pro.local
Right=grandorgue

[Use]
Hostname=
ClientName=

[Settings]
SynergyPath=/usr/bin

I progetti:
synergy
quicksynergy
– qsynergy | Free software downloads at SourceForge.net

Risorse:

Installare wine 1.5.26 e utilizzare wine

wine-logoE’ stato rilasciato recentemente l’aggiornamento 26 di “wine”.  Wine,  dall’acronimo  Wine is Not an Emulator,  è il noto programma per Linux che consente di eseguire programmi per Windows sotto Linux appunto, MAC e altri SO. Il nuovo aggiornamento presenta una maggior compatibilità dell’ architettura ARM,   il venir meno del supporto per la piattaforma SPARC, il fix di vari bug e  vari miglioramenti.

E’ possibile riscontrare le modifiche di questa nuova versione al seguente indirizzo WineHQ – News.  La versione in oggetto la 1.5 è una versione di sviluppo pertanto in è raccomandata in macchine “di produzione”. L’ultima versione stabile è la 1.4.1  ed è disponibile nei repository ufficiali di ubuntu 12.

Per installare la versione di sviluppo 1.5 e quindi il nuovo aggiornamento .26 si deve fare riferimento al ppa specifico di wine:

sudo add-apt-repository ppa:ubuntu-wine/ppa
sudo apt-get update
sudo apt-get install wine1.5

Utilizzare WINE

Winetricks

Wine-winetricks

Wine-winetricks

Un modo comodo per installare programmi in wine é far ricorso a winetricks.Winetrick consente di installare anche DLLs mancanti e modificare le impostazioni. Per installare un applicazione  fare riferimento ai menu riportarti nelle  immagini seguenti.

Wine installare con winetricks

Wine installare con winetricks

Installazione Manuale

L’avvio di applicazioni di tipo portabile,  che non necessita di installazione,  è solitamente abbastanza agevole. In ubuntu 12 è sufficiente posizionarsi nella directory con un file manager tipo pcmanfm e avviare il  file .exe clickandolo oppure utilizzando  il tasto destro e scegliendo wine windows program loader .

wine windows program loader

wine windows program loader

wine-treesize

wine-treesize

I porgrammi che necessitano di installazione andrebbero posizionati in
/home/user name/.wine/drive_C/Program Files.

wine directory program file

wine directory program file

e avviati/installati con wine windows program loader

Se tutto va ok il programma apparirà nel menu di di wine

wine-menu

Playonlinux

Playonlinux è un interfaccia per wine scritta per facilitare l’installazione di giochi Windows in LInux che consente di eseguire e installare anche le altre applicazioni.

Playonlinux consente di installare le versioni di internet explorer dalla 1 alla 8

playonlinux first use

playonlinux first use

playonlinux download Microsoft fonts

playonlinux download Microsoft fonts

Installare windows eplorer

Le versioni di window explorer disponibili via playOnlinux sono tutte le versioni dalla 1 fino alla versione 8 pertanto: 1,2,3,4,5,5.5,6,7,8

playonlinux internet explorer

playonlinux internet explorer

playonlinux notrun

playonlinux explorer 8 19GB

playonlinux explorer 8 19GB

playonlinux explorer7 start

playonlinux explorer 7 start

Risorse:

Convertire .xva Xenserver Virtual Machine in una VM xen .img e avviare in KVM

kvmObiettivo. Convertire macchine  virtuali Windows XP e Windows 7 formato proprietario .xva,  Xenserver Citrix, in Virtual Machine xen .img ( plain xen ) e avviare la VM in KVM oppure in QEMU.  La conversione del formato .xva  in .img sarà realizzata in modo manuale è si basa su uno script di Carsten in Convert Citrix XenServer images to plain Xen – Tutorials / Howtos – Sysconfig’s Wiki. La procedura è stata usata su .xva generate da xenserver 5.6 e 6.0 con .xva anche da 120 GB e con 5 dischi.

Il formato .xva usato da XenServer è un po’ particolare per non dire stravagante. Per ottenere il formato nativo di xen è necessario decomprimere con tar i files .xva che sono archivi compressi.  La decompressione genera una directory Ref:x che conterrà blocchi da 1 MB.  I blocchi dovranno essere concatenati e gli spazi riempiti.

Decomprimere la VM .xva

Nella fase di decompressione verrà creata un dir del tipo Ref:x

tar xf VM-nome.xva   ## es. tar xf WindowsXP.xva 
...
tar: Ref:18/00008193: implausibly old time stamp 1970-01-01 01:00:00
tar: Ref:18/00008193.checksum: implausibly old time stamp 1970-01-01 01:00:00
... 

Prima di entrare nel directory generata e unire i blocchi. Creare lo script VMConvert.sh utilizzando il codice
di seguito

script VMConvert.sh

#!/bin/bash

dd if=/dev/zero of=blank bs=1024 count=1k
test -f $1.img && rm -f $1.img
touch $1.img

max=`ls ???????? | sort | tail -n1`

for i in `seq 0 $max`; do
        fn=`printf "%08d" $i`
        echo -n "$fn of $max"
        if [ -f "$fn" ]; then
                echo " - appending chunk"
                cat $fn >> $1.img
        else
                echo " - filling blank"
                cat blank >> $1.img
        fi
done

rm -f blank

echo "Done."

Rendiamo eseguibile lo script e passiamo nella dir Ref:x

chmod a+x VMConvert.sh 
cd Ref:x             ## es. cd Ref:18

Creare la VM xen standard

avviare l’operazione di concatenazione che genererà il file .img e la VM xen plain

sudo /percorso/VMconvert.sh  WindowsXP

L’operazione richiederà del tempo alla fine avremo l’immagine WindowsXP.img

Controllo dell’immagine xen .img

Il file .img potrà essere controllato effettuando il mount dell’immagine stessa. Per effettuare il mount è necessario determinare prima l’offset utilizzando  fdisk o parted. Con fdisk

/media/VM/QEMU/libvirt/images$ fdisk -l WindowsXP.img 

Disk WindowsXP.img: 25.8 GB, 25769803776 bytes
255 heads, 63 sectors/track, 3133 cylinders, total 50331648 sectors
Units = sectors of 1 * 512 = 512 bytes
Sector size (logical/physical): 512 bytes / 512 bytes
I/O size (minimum/optimal): 512 bytes / 512 bytes
Disk identifier: 0xc4a4c4a4

        Device Boot      Start         End      Blocks   Id  System
WindowsXP.img1   *          63    50315579    25157758+   7  HPFS/NTFS/exFAT

Start a 63 -> Sector size 512 -> offset= 63*512=32256

Determinato l’offset (32256) possiamo montare l’immagine con:

sudo mkdir /mnt/source
mount -o loop,offset=32256 WindowsXP.img /mnt/source

Avviare la VM Windows in KVM

Per avviare la VM WindowsXp che abbiamo convertito da .xva a .img  nell’infrastruttura di virtualizzazione, propria del kernel Linux, KVM spostiamo l’immagine nella dir con le nostre macchine virtuali per kvm.
Quindi Aprire virt-manager e utilizzare l’opzione import existing disk image.

virt -manager KVM import disk

virt -manager KVM import disk

Quindi [Forward]. Selezionare le desiderate e opportune opzioni e in poco tempo avremo la macchina Virutal Running anche in KVM.

virt-manager-WindowXP

Per un rapido test la macchina virtuale poteva essere avviata anche con

kvm -m 1024 -boot d WindowsXP.img

Risorse:

Condividere mouse e tastiera tra computers. QuickSynergy configurazione ubuntu linux

Riprendo un vecchio post con qualche utile integrazione.  Sinergy è un’efficace applicazione per condividere mouse e tastiera tra vari computer  anche con diversi sistemi operativi.  Sinergy consente anche il  copia e incolla.  Per semplificare la configurazione di Sinergy è disponibile la comoda GUI  QuickSinergy.

In ubuntu gli applicativi si trovano direttamente nell’Ubuntu Software Center. Quindi per installare da terminale:

sudo apt-get install quicksynergy synergy

Configurare synergy con QuickSynergy

Obiettivo:  impostare quicksynergy nell’ipotesi più semplice cioè con due computers coinvolti.

Installare synergy e quicksyergy in entrmbi i computers . Synergy agirà in un computer da server: computer che controlla e nell’altro computer agirà da client:computer controllato.

quicksynergy-server

Lanciare QuickSynergy nel computer server quello con tastiera e mouse che controllano  (anche chiamato computer host). Nel tab “Share” inserire il nome dello Screen Name. Il nome va inserito in una delle quattro posizioni a disposizione. Lo Screen Name è il nome che si assegnerà al computer che verrà controllato. La posizione verrà scelta a seconda della collocazione del secondo monitor. Ad esempio: inseriamo Ubunu12.04 nel campo a destra. Premiamo Execute.

Ci spostiamo  nel computer da controllare (client) e lanciamo QuickSinergy. Possiamo avviare quicksinergy nel computer da controllare anche utilizzando una conessione ssh con l’opzione -X per lanciare :

ssh -X user@192.168.1.164
quicksynergy

quicksynergy-client-setting

Selezionare il tab “Use”. Nel campo “Screen Name” inserire il nome che era stato inserito nel computer serversUbuntu1204. Nel campo “Server hostname/IP address” inseriamo il numero ip o il nome del computer che controlla (server).
Premiamo Execute il computer client sarà sotto il controllo del mouse e della tastiera del server.

IMPORTANTE:  Prima attivare il server e poi è possibile mettere sotto il suo controllo il/i client/s premendo il tasto Execute in questo/i. Ancora poichè ogni computer può agire da server o cliente il tasto Execute varia a seconda del tab selezionato. Pertanto va premuto Execute con selezionato il tab corretto. “Share” per il server “Use” per i clients

quicksynergy-client-execute

Ps. per controllare il numero ip da terminale utilizzare in linux ifconfig in windows ipconfig.

I progetti:
synergy
quicksynergy

WINSXS : Contenere l’espansione di winsxs in Windows Server 2008

Finalmente grazie al SP1 di Windows server 2008 è possibile contenere l’espansione di winsxs.
Windows Server 2008 presenta all’interno della cartella Windows una sotto cartella, WinSxS, che nel tempo tende a crescere in maniera spropositata, arrivando ad occupare anche decine di GB. La cartella WinSxS, presente anche negli altri SO di casa Redmond (Window 7, Vista), contiene tutti i componenti di Windows ed è pertanto anche chiamata Component Store. La conseguenza è che quando si installa un aggiornamento verranno conservate nella cartella oltre alla nuova versione anche le precedenti versioni di ogni componente. Spesso viene chiesto se si può cancellare winsxs. Per quanto premesso è ovvio che la cartella winsxs non può essere eliminata grazie al SP1 possiamo solo ridurre la sua dimensione.

Per ridurre la famigerata cartella:
– installare il Service Pack 1.
– aprire un finestra Command Prompt (cmd) con permessi da Administrator.
Per fare questo è possibile ricorrere a Runas:

c:> Runas /user:intelliadmin\administrator cmd
Enter the password for intelliadmin\administrator: *********

– eseguire DISM.exe

c:> DISM.exe /online /Cleanup-Image /spsuperseded

Il processo impiega diversi minuti per completarsi alla fine comparirà
un messagio del seguente tipo:

Deployment Image Servicing and Management tool
Version: 6.1.7600.16385

Image Version: 6.1.7600.16385

Removing backup files created during service pack installation.
Removing package Microsoft-Windows-serverEnterpriseEdittion.....
[=================================100.0======================]
Service Pack Cleanup operation completed.
The operation completed successfully.

Se winsxs supera i 10GB è possibile guadagnare oltre 4 GB di spazio.
Su un server 2008 Explorer con WinSxS che occupava 11.7 GB
presenti 59.697 Files, 15.667 Folders.
Utilizzando l’utilità DISM si è ottenuta una cartella winsxs di 6,24 GB
42.814 Files, 11.134 Folders

Per quanto attiene al comando
c:> DISM.exe /online /Cleanup-Image /spsuperseded

/online indica a dism di agire sull’installazione corrente del SO
/spsuperseded consente di rimuovere i files di backup creati durante l’installazione

IMPORTANTE. Dopo l’esecuzione di DISM non sarà più possiblie disinstallare il service Pack 1.

Nota: La cartella winsxs è presente anche nelle altre versioni di Windows quali Windows 7, Vista e ovviamente non può e non deve essere rimossa.

Windows 2008 Requirements: Microsoft Windows Server 2008 System Requirements

Component Requirement
Processor • Minimum: 1 GHz (x86 processor) or 1.4 GHz (x64 processor)
• Recommended: 2 GHz or fasterNote: An Intel Itanium 2 processor is required for Windows Server 2008 for Itanium-Based Systems.
Memory • Minimum: 512 MB RAM
• Recommended: 2 GB RAM or greater
• Maximum (32-bit systems): 4 GB (Standard) or 64 GB (Enterprise and Datacenter)
• Maximum (64-bit systems): 32 GB (Standard) or 1 TB (Enterprise and Datacenter) or 2 TB (Itanium-Based Systems)
Available Disk Space • Minimum: 10 GB
• Recommended: 40 GB or greaterNote: Computers with more than 16 GB of RAM will require more disk space for paging, hibernation, and dump files.
Drive DVD-ROM drive
Display and Peripherals • Super VGA (800 x 600) or higher-resolution monitor
• Keyboard
• Microsoft Mouse or compatible pointing device

Come Configurare QuickSynergy

Sinergy un’efficente applicazione per condividere mouse e tastiera tra vari computer con diversi sistemi operativi e QuickSinergy un efficace tool grafico per configurare Sinergy. In ubuntu gli applicativi si trovano direttamente nell’Ubuntu Software Center.

Di seguito come impostare quicksynergy nell’ipotesi più semplice cioè con due computers coinvolti.
Ciascuno dei due computer alla fine dovrà avere in esecuzione synergy che verrà configurato con quicksynergy. Synergy agirà in un computer da server: computer che controlla (anche chiamato computer host) e nell’altro computer agirà da client:computer controllato.

Lanciare QuickSynergy nel computer server quello con tastiera e mouse che controllano (computer host). Nel tab “Share” inserire il nome dello Screen Name. Il nome va inserito in una delle quattro posizioni a disposizione. Lo Screen Name è il nome che si assegnerà al computer che verrà controllato. La posizione verrà scelta a seconda della collocazione del secondo monitor. Ad esempio: inseriamo UStudio nel campo a destra.
Premiamo Execute.

Ci spostiamo nel computer da controllare (client) lanciamo QuickSinergy ci spostiamo nel tab “Use”. Nel campo “Screen Name” inseriamo seguendo l’esempio “UStudio”.Nel campo “Server hostname/IP address inseriamo il numero ip o il nome del computer che controlla (server).
Premiamo Execute il computer client sarà sotto il controllo del mouse e della tastiera del server.

IMPORTANTE:
L’ordine di attivazione del tasto Execute è fondamentale prima bisogna attivare il server e poi è possibile mettere sotto il suo controllo il/i client/s premendo il tasto Execute in questi. Ancora poichè ogni computer può agire da server o cliente il tasto Execute varia a seconda del tab selezionato. Pertanto va premuto Execute con selezionato il tab corretto. “Share” per il server “Use” per i clients

Ps. per controllare il numero ip da terminale utilizzare in linux ifconfig in windows ipconfig.

I progetti:
synergy
quicksynergy

Windows TrustedInstaller

Nel IIS  l’errore System.UnauthorizedAccessException può essere risolto conferendo gli opportuni permessi.

Alcuni utenti o gruppi non sono immediatamente raggiungibili per risultano utili e talvolta indispensabili.  Tra questi:

TrustyInstaller  e ApplicationPoolIdentity.

TrustyInstaller

TrustyInstaller

Per aggiungere tra i permessi  per la sicurezza il gruppo TrustyInstaller  digitare in add user

NT service\TrustyInstaller

 

Lo user che corrisponde ad un “ApplicationPoolIdentity” in IIS è system user virtuale identificato nel modo seguente:

IIS AppPool\AppPoolName”

AppPoolIdentity

AppPoolIdentity

 

 

AppPoolIdentity 2

AppPoolIdentity 2