Testare la configurazione di avvio presente su hard disk con qemu senza riavviare

L’emulatore QEMU consente di testare agevolmente le ISO delle distribuzioni linux e anche una chiavetta usb avviabile.

L’emulatore  Qemu  – KVM consente anche di testare la configurazione di boot degli hard disk presenti nel sistema senza la necessita di procedere al riavvio.

 

per testare il disco sda  digitare ad esempio

kvm -hda /dev/sda

o

qemu-system-x86_64 -hda /dev/sda






qemu può essere installato con:

sudo apt-get install qemu

oppure

sudo apt-get install qemu-kvm

 

Testare una chiavetta usb di avvio

Nella stessa modalità può essere per testata una chiavetta usb di avvio.

kvm -hda /dev/sdc

oppure

qemu-system-x86_64 -hda /dev/sdc


Volendo è possibile specificare più parametri in fase di avvio

kvm  -rtc base=localtime -m 2G -vga std -drive file=/dev/sdc,readonly,cache=none,format=raw,if=virtio

oppure

qemu-system-x86_64 -enable-kvm -rtc base=localtime -m 2G -vga std -drive file=/dev/sde,readonly,cache=none,format=raw,if=virtio

 

Provare una distro live con qemu

L’emulatore Qemu – kvm consente anche di provare distro linux direttamente dal file .iso.

Ad esempio una live antiX su potrà essere eseguita  con  :

kvm -cdrom antiX-16.2_x64-base.iso -m 512

Con -m viene specificata la RAM da dedicare.

Se il PC presenta qualche GB di RAM ( ad esempio 4GB)  L’avvio di ISO con qemu risultarà senz’altro efficace.

Volendo è possibile anche indicare il disco immagine  IDE hard disk 0.
Per creare il disco immagine

qemu-img create  qemu_hda.img 2G

Quindi il comando per lanciare la ISO diventa

kvm  -cdrom antiX-16.2_x64-base.iso  -hda qemu_hda.img   -m 512

oppure

kvm  -cdromantiX-16.2_x64-base.iso  -hda qemu_hda.img   -m 512 -boot d

 

Nota: Il formato di default per il disco immagine è raw volendo si può precisare anche il formato vmdk di vmware :    qemu-img create  -f vmdk qemu_hda.vmdk 2G

Risorse:

 

 

Annunci

MultiBoot USB avviare ISO da pendrive USB

MultiBoot USB ( mbusb ) è un progetto mantenuto da Agus Lopez con una collezione di oltre un centinaio di GRUB files e script che permettono di creare una chiavetta USB capace di avviare molte distribuzioni Linux a partire dai rispettivi ISO files. Questi file ISO e Utilities Kernel consentono utilizzo di LiveCD ed eventualmente anche l’installazione del sistema operativo.

Una modalità interessante di utilizzo consiste nell’aggiunta di MultiBoot USB a una pendrive con già installato GRUB2.

Per attivare la modalità in una pendrive con installato GRUB2 si deve copiare la directory mbusb.d contenente tutti i files di configurazione GRUB2 nella directory <grub> di boot della pendrive, in genere in /boot/grub/  e quindi modificare il file di configurazione grub.cfg

Se la chiavetta si trova in /dev/sdc montare la chiavetta con

su

mkdir /media/sdc1 

mount -t auto /dev/sdc1 /media/sdc1

copiare i files GRUB di configurazione con

cp -rf mbusb.d  /media/sdc1/boot/grub/

copiare il file mbusb.cfg da utilizzare per l’inserimento del menu <Multiboot > per l’avvio delle ISO nel menu di  GRUB 2.0

cp mbusb.cfg   /media/sdc1/boot/grub

Modificare manualmente il file di configurazione grub.cfg per consentire l’utilizzo del file mbusb.cfg per la generazione del menu con le ISO avviabili

# add  mbusb configuration 
source /boot/grub/mbusb.cfg

A questo punto non resta che copiare le ISO desiderate nella chiavetta. Come si legge nel file mbusb.cfg  il path  atteso  per le iso è /boot/isos

...
# Custom variables
set isopath="/boot/isos"
export isopath
...

creare la directory isos

mkdir /media/sdc1/boot/isos

quindi copiare le ISO

 

La lista dei files ISO supportati è disponibile nella pagina:  https://mbusb.aguslr.com/isos.html

La pendrive può essere testata con kvm-qemu con un comando tipo

kvm -hda /dev/sdc

 

per installare qemu kvm

sudo apt-get install qemu-kvm

Comando più articolato per il test della pendrive USB con vari parametri

kvm -rtc base=localtime -m 2G -vga std -drive file=/dev/sdc,readonly,cache=none,format=raw,if=virtio
o
qemu-system-x86_64 -enable-kvm -rtc base=localtime -m 2G -vga std -drive file=<USB device>,readonly,cache=none,format=raw,if=virtio

Per una descrizione completa delle modalità di installazione fare riferimenro alla pagina:  https://mbusb.aguslr.com/install.html

 

Oltre a ISO Linux, Unix, Android risultano supportate anche le seguenti  utilities

AVG Rescue CD
Avira Rescue System
Boot-Repair-Disk
boot.rackspace.com
Clonezilla Live
DBAN
FalconFour’s UBCD
FreeDOS
Hiren’s BootCD
KolibriOS
Memtest86+
MemTest86
MenuetOS
netboot.xyz
Plop Boot Manager
Redox
Seagate SeaTools
SpinRite
Super Grub2 Disk
Ultimate Boot CD

 

Risorse:

 

 

Testare una chiavetta usb di boot o una ISO con qemu

L’emulatore QEMU consente di testare agevolmente le ISO delle distribuzioni linux e anche una chiavetta usb avviabile.

Installare qemu con:

sudo apt-get install qemu

oppure

sudo apt-get install qemu-kvm

per testare una chiavetta usb di avvio digitare

kvm -hda /dev/sdb

oppure

qemu-system-x86_64 -hda /dev/sdb

Una ISO live potrà essere eseguita  con  :

kvm -cdrom slax-6.1.2.iso -m 512

Con -m viene specificata la RAM da dedicare.

Sel il PC presenta qualche GB di RAM ( ad esempio 4GB)  L’avvio di ISO con qemu risultarà senz’altro efficace.

Volendo è possibile anche indicare il disco immagine  IDE hard disk 0.
Per creare il disco immagine

qemu-img create  qemu_hda.img 2G

Quindi il comando per lanciare la ISO diventa

kvm  -cdrom slax-6.1.2.iso  -hda qemu_hda.img   -m 512

oppure

kvm  -cdrom slax-6.1.2.iso  -hda qemu_hda.img   -m 512 -boot d

 

Nota: Il formato di default per il disco immagine è raw volendo si può precisare anche il formato vmdk di vmware :    qemu-img create  -f vmdk qemu_hda.vmdk 2G

Risorse: