Client email Thunderbird – versione 60.8.0 – installazione versione online

Thunderbird logo


L’ottimo thunderbird, il client email multipiattaforma ( linux, windows, mac, etc ) della Fondazione Mozilla è arrivato alla versione 60.8.0. Thunderbird oltre ad essere molto completo, anche anche grazie ai plugin, è decisamente versatile. La sua organizzazione consente un facile trasferimento tra sistemi operativi degli archivi con le email, gli account e i contatti. In questo è possibile avere a disposizione lo stesso ambiente oltre agli stessi contenuti anche in SO diversi.

I miei archivi di posta di Thunderbird contano oramai ben più di 10 anni di vita e nonostante le priodiche pulizie occupano qualche GB di spazio. In questi anni sono stati gestiti in SO diversi e varie distribuzioni linux.

Installazione thunderbird utilizzando il file tar.gz 10 buster

Di seguito la procedura per utilizzare/installare thunderbird utilizzano il file tar.bz2 ufficiale.

Effettuare il download dal sito dedicato

https://www.thunderbird.org

scompattare il file scaricato thunderbird-60.8.0.tar.bz2 con

# tar jxvf thunderbird-60.8.0.tar.bz2

copiare in /opt con

# sudo cp thunderbird /opt

creare link sul desktop con

# cd 
# ln -s /opt/thunderbird/thunderbird Desktop/thunderbird

Trasferimento degli archivi tra macchine e sistemi operativi diversi

Per trasferire gli archivi con le email, gli account e i contatti  è sufficiente copiare la directory contenente l’archivio con la posta  di thunderbird, xxxxxxxx.default ( che può essere anche di qualche GB) e modificare in profiles.ini la voce Path= indicando la directory che è stata appena copiata per ritrovarsi anche nel nuovo sistema con lo stesso ambiente e gli stessi contenuti.
il file:profiles.ini con la voce Path da modificare

[General]
StartWithLastProfile=1

[Profile0]
Name=default
IsRelative=1
Path=n8d7ii50.default

Per quanto mi riguarda utilizzo link simbolici per collegare la directory xxx.default contente gli archivi thunderbird. Che si trovano da una decina di anni in altra locazione ( .icedove ) e che sono condivisi da distribuzioni diverse che utilizzano la stessa versione del client thunderbird.

ad esempio la cartella n8d7ii50.default  presente nella cartella ./thunderbird  potrebbe essere un link sinbolico creato con

ln -s /percorso/originale/cartella/icedove/n5d6ii50.default  n5d6ii50.default

o se la cartella è in altra home

ln -s /percorso/cartella/altra/home/user  home

cd .thunderbird
ln -s ../home/.icedove/n8d7ii50.default  .

Note:

In Debian come avviene per l’altro peso massimo di Mozilla Foundation Forefox conosciuto come iceweasel anche Thunderbird è conosciuto anche con il nome di icedove.

Thunderbird presenta una procedura per l’impostazione automatica dell’account abbastanza efficace. Qualora non sortisca un esito positivo si può sempre optare per l’impostazione manuale e volendo il server SMTP ( Outgoing server ) si può impostare separatamente e successivamente associare all’account. In fondo alla finestra account setting.

Risorse:

Annunci

Client email Thunderbird rilasciata la versione 52 – debian stretch linux

thunderbird logo

thunderbird logo

E’ stata rilasciata in novembre la versione 52 di Thunderbird il client email multipiattaforma ( linux, windows, mac, etc ) della Fondazione Mozilla. La versione in oggetto conferma quanto si legge nel sito del client: “Thunderbird è un’applicazione di posta elettronica gratuita che è facile da configurare e personalizzare ed è dotata di ottime funzionalità!”

Thunderbird oltre ad essere molto completo, anche anche grazie ai plugin, e versatile è organizzato in modo tale da consentire un facile trasferimento tra sistemi operativi degli archivi con le email, gli account e i contatti così da avere a sempre disposizione  lo stesso ambiente oltre agli stessi contenuti.

Con il 2017 il fork rebraindizzato debian Icedove ha perso un po’ di importanza.

L’applicativo disponibile nel repository ufficiale delle principali distribuzioni in debian stretch si installa con

# apt update && sudo apt upgrade
# sudo apt install thunderbird

Trasferimento degli archivi tra macchine e sistemi operativi diversi

Per trasferire gli archivi con le email, gli account e i contatti  è sufficiente copiare la directory contenente l’archivio con la posta  di thunderbird, xxxxxxxx.default ( che può essere anche di qualche GB) e modificare in profiles.ini la voce Path= indicando la directory che è stata appena copiata per ritrovarsi anche nel nuovo sistema con lo stesso ambiente e gli stessi contenuti.
il file:profiles.ini con la voce Path da modificare

[General]
StartWithLastProfile=1

[Profile0]
Name=default
IsRelative=1
Path=n5d6ii50.default

Per quanto mi riguarda talvotal utilizzo anche link simbolici per collegare la directory xxx.default contente gli archivi thunderbird.

ad esempio la cartella   n5d6ii50.default  presente nella cartella ./thunderbird  potrebbe essere un link sinbolico creato con

ln -s /percorso/originale/cartella/icedove/n5d6ii50.default  n5d6ii50.default

o se la cartella è in altra home

ln -s /percorso/cartella/altra/home/user  home
cd .icedove
ln -s ../home/.icedove/n8d7ii50.default  .

In Debian come avviene per l’altro peso massimo di Mozilla Foundation Forefox conosciuto come iceweasel anche Thunderbird porta un nome diverso icedove.

Note:

Thunderbird presenta una procedura per l’impostazione automatica dell’account abbastanza efficace. Qualora non sortisca un esito posito si può sempre optare per l’impostazione manuale e volendo il server SMTP ( Outgoing server ) si può impostare separatamente e successivamente associare all’account. In fondo alla finestra account setting.

 

 

Risorse:

Client email Thunderbird rilasciata la versione 17 – release VES – ubuntu debian linux

thunderbird logo

thunderbird logo

E’ stata rilasciata il 21 novembre la versione 17 di Thunderbird il  client email  della Fondazione  Mozilla. Il client email  multipiattaforma ( linux, windows, mac ) ,conosciuto anche come Icedove, è il client email che preferisco.  Oltre ad essere molto completo, anche anche grazie ai plugin, e versatile è organizzato in modo tale da consentire un facile trasferimento tra sistemi operativi degli archivi con le email, gli account e i contatti così da avere a sempre disposizione  lo stesso ambiente oltre agli stessi contenuti.

Una delle notizie più importanti è che Thunderbird non è più una priorità per Mozilla.  Si assisterà solo ad aggiornamenti di sicurezza e stabilità fino alla versione 24 del fratello maggiore Firefox . Quindi Thunderbird 17 è di fatto una versione con supporto esteso VES soggetto ad aggiornamenti  del tipo 17.01 17.02 …  che passerà poi direttamente alla versione 24 sul finire del 2013 per allinearsi a Firefox.

Le modifiche introdotte non sono eclatanti. Per quanto attiene l’aspetto continua l’attenzione all’essenzialità. Migliorato il controllo ortografico. Sistemata  la criticità che talvotla portava a scaricare le stesse email più volte.  Diversi i bug corretti e fissati alcuni  bug relativi all sicurezza. Le prestazioni risultano migliorate   come migliorata risulta la visualizzazione degli RSS. Termina il supporto per la versione Mac OS  X 10.5

thunderbird 17

Thunderbird 17

L’applicativo è disponibile nel repository ufficail delle principali distribuzioni in ubuntu  linux la nuova versioni si installa con

sudo apt-get update

e poi

sudo apt-get install thunderbird

oppure con

apt-get upgrade

Trasferimento degli archivi tra macchine e sistemi operativi diversi

Per trasferire gli archivi con le email, gli account e i contatti  è sufficiente copiare la directory contenente l’archivio con la posta  di thunderbird, xxxxxxxx.default ( che può essere anche di qualche GB) e modificare in profiles.ini la voce Path= indicando la directory che è stata appena copiata per ritrovarsi anche nel nuovo sistema con lo stesso ambiente e gli stessi contenuti.
il file:profiles.ini con la voce Path da modificare

[General]
StartWithLastProfile=1

[Profile0]
Name=default
IsRelative=1
Path=n5d6ii50.default

Per quanto mi riguarda talvotal utilizzo anche link simbolici per collegare la directory xxx.default contente gli archivi thunderbird.

ad esempio la cartella   n5d6ii50.default  presente nella cartella ./thunderbird  potrebbe essere un link sinbolico creato con

ln -s /percorso/originale/cartella/icedove/n5d6ii50.default  n5d6ii50.default

o se la cartella è in altra home

ln -s /percorso/cartella/altra/home/user  home
cd .icedove
ln -s ../home/.icedove/n8d7ii50.default  .

In Debian come avviene per l’altro peso massimo di Mozilla Foundation Forefox conosciuto come iceweasel anche Thunderbird porta un nome diverso icedove.
In Debian per poter disporre della versione più recente di icedove conviene utilizzare i repository backport. Per abilitare backport :

echo "# backport" >> /etc/apt/sources.list
echo "deb http://backports.debian.org/debian-backports squeeze-backports main" >> /etc/apt/sources.list

aggiungiamo il repository backports per Icedove sempre in sources.list :

echo "deb http://mozilla.debian.net/ squeeze-backports icedove-esr" >> /etc/apt/sources.list

quindi procedere con l’update dei pacchetti con il solito

aptitude update

installare la versione aggiornata di Icedove con il seguente comando:

aptitude install -t squeeze-backports icedove

Note:

Thunderbird presenta una procedura per l’impostazione automatica dell’account abbastanza efficace. Qualora non sortisca un esito posito si può sempre optare per l’impostazione manuale e volendo il server SMTP ( Outgoing server ) si può impostare separatamente e successivamente associare all’account. In fondo alla finestra account setting.

thunderbird-accountsetting

thunderbird account setting

Risorse:

ASP:NET Email validation expression

<asp:RegularExpressionValidator ID=”RegularExpressionValidator1″ Display=”Dynamic”
ControlToValidate=”email” ValidationExpression=
“^((([a-z]|[0-9]|!|#|$|%|&|’|\*|\+|\-|/|=|\?|\^|_|`|\{|\||\}|~)+(\.([a-z]|[0-9]|!|#|$|%|&|’|\*|\+|\-|/|=|\?|\^|_|`|\{|\||\}|~)+)*)@((((([a-z]|[0-9])([a-z]|[0-9]|\-){0,61}([a-z]|[0-9])\.))*([a-z]|[0-9])([a-z]|[0-9]|\-){0,61}([a-z]|[0-9])\.(af|ax|al|dz|as|ad|ao|ai|aq|ag|ar|am|aw|au|at|az|bs|bh|bd|bb|by|be|bz|bj|bm|bt|bo|ba|bw|bv|br|io|bn|bg|bf|bi|kh|cm|ca|cv|ky|cf|td|cl|cn|cx|cc|co|km|cg|cd|ck|cr|ci|hr|cu|cy|cz|dk|dj|dm|do|ec|eg|sv|gq|er|ee|et|fk|fo|fj|fi|fr|gf|pf|tf|ga|gm|ge|de|gh|gi|gr|gl|gd|gp|gu|gt| gg|gn|gw|gy|ht|hm|va|hn|hk|hu|is|in|id|ir|iq|ie|im|il|it|jm|jp|je|jo|kz|ke|ki|kp|kr|kw|kg|la|lv|lb|ls|lr|ly|li|lt|lu|mo|mk|mg|mw|my|mv|ml|mt|mh|mq|mr|mu|yt|mx|fm|md|mc|mn|ms|ma|mz|mm|na|nr|np|nl|an|nc|nz|ni|ne|ng|nu|nf|mp|no|om|pk|pw|ps|pa|pg|py|pe|ph|pn|pl|pt|pr|qa|re|ro|ru|rw|sh|kn|lc|pm|vc|ws|sm|st|sa|sn|cs|sc|sl|sg|sk|si|sb|so|za|gs|es|lk|sd|sr|sj|sz|se|ch|sy|tw|tj|tz|th|tl|tg|tk|to|tt|tn|tr|tm|tc|tv|ug|ua|ae|gb|us|um|uy|uz|vu|ve|vn|vg|vi|wf|eh|ye|zm|zw|cat|com|edu|gov|int|mil|net|org|biz|info|name|pro|aero|coop|museum|arpa))|(((([0-9]){1,3}\.){3}([0-9]){1,3}))|(\[((([0-9]){1,3}\.){3}([0-9]){1,3})\])))$”
EnableClientScript=”True” ErrorMessage=”This is not a valid email!” runat=”server” />