Installare Master PDF Editor 3.2 in Debian 8.0 Jessie

PDFMaster PDF Editor è un applicativo multi piattaforma completo. La versione per linux è free per uso non commerciale. Attualmente per Linux è la versione 3.2 che risulta particolarmente efficace. Molte le caratterisitche: oltre alla creazione di  pfd consent editing di file pdf esistenti, possibilità di aggiungere controlli ( bottoni checkboxes, liste … ), gestione dei form, conversione dei file XPS in pdf, capacità di page split e merge, possibilità di firma digitale, supporto javascript, consente di ricercare, annotare e commentare …

masterpdfeditor 3.Storicamente la creazione di file pdf in linux non ha mai rappresentato un grande problema:

  •  praticamente di default tutte le distribuzioni forniscono filtri tipo, cups-filter,  o altri “driver” virtuali di stampa tipo cups-pdf che consentono di generare da un qualsiasi programma che supporti la stampa documenti .pdf.
  •  diversi applicativi linux prevedono già la funzione di esportazione/salvataggio in formato pdf in primis la suite libreoffice, scribus, xournal, ma anche gimp o musescore 

Più problematica invece risultava essere la modifica dei file .pdf. StoricameUltimamente la situazione è decisamente migliorata ed attualmente è possibile utilizzare l’applicativo Master PDF Editor.

Installare masterpdfeditor in Debian 8.0 64 bit

Free Master PDF Editor for Linux : la versione  3.2.11 di masterpdfeditor è disponibili in due versioni una per la libreria qt4 e una per la qt5.  Di seguito la procedura per installare in debian 8.0 Jessie la versione per qt5.

su

Installare qt5. per l’installazione completa

apt-get install qt5-default

Scaricare masterpdf da terminale e decomprimere

wget http://wget http://code-industry.net/public/master-pdf-editor-3.2.11_qt5.amd64.tar.gz
tar -xzvf master-pdf-editor-3.2.11_qt5.amd64.tar.gz

eseguire con

exit
cd master-pdf-editor-3/

./masterpdfeditor

eventualmente il permesso di esecuzione  può essere modificato con

sudo chmod +x masterpdfeditor

ma non dovrebbe essere necessario

Altri applicativi interessanti per i documenti pdf

Xournal

Xournal

Altro applicativo interessante è xournal. Xournal consente annotazione molto complesse sia di tipo grafico, anche a mano libera, che testuale. Per salvare le annotazioni in pdf  è necessario utilizzare l’opzione file > export pdf.
Xournal che non ha assolutamente la completezza di Master PDF editor è presente nei repository ufficiali da tempo e si installa da terminale con: 

apt-get install xournal

PDF-Shuffler

PDF-Shuffler è un piccola applicazione con un interfaccia grafica intuitiva che consente efficacemente di unire e suddividere documenti pdf. Permette anche la rotazione, il riarragiamento 

apt-get install pdfshuffler
pdfshuffler

pdfshuffler

 

Esistono diversi altri programmi in grado di interagire/gestire i documenti pdf. Diversi ad esempio sono i visualizzatori si va dal minimale muPDF: un visualizzatore pdf essenziale e molto veloce ai browsers internet come Firefox, Google-Chrome,  Safari … che integrano un visualizzatore pdf . Una lista degli applicativi per il formato pdf è disponibile in List of PDF software – Wikipedia, the free encyclopedia.

Altri post dedicati ai pdf presenti nel blog:

Risorse:

Annunci

Clonare la tabella delle partizioni in altro disco: sgdisk ( gtp ) sfdisk ( mbr )

A volte si ha la necessità di clonare la tabella delle partizioni da  un disco ad un altro.
In linux la copia può essere realizzata agevolemente  da terminale utilizzando il comando sgdisk per le partizioni gpt e sfdisk per le partizioni mbr.

Partizionamento  di tipo  GPT

La copia della tabella delle  partizioni del disco sda in formato GPT può essere copiata nel disco sdb con un comando unico

# sgdisk -R /dev/sdb  /dev/sda

Se si desidera salvare passare per il salvataggio della tabella su file

# sgdisk --backup=sdb80_table /dev/sda

cloonare sul secondo disco utilizzando la tabella delle partizioni  salvata su file

# sgdisk --load-backup=sdb80_table /dev/sdb

Partprobe

per forzare il kernel a leggere la tabella delle partizioni aggiornata si può usare partprobe

# partprobe

è possibile randomizzare il GUID delle partizioni con

sgdisk -G /dev/sdb

Una volta clonata la tabella della partizioni si può copiare una partizione dal disco sorgente al disco destinazione anche con cp :

# cp /dev/sda1   /dev/sdb1

Esemplificazione:

 
# fdisk -l 
Disk /dev/sda: 149.1 GiB, 160041885696 bytes, 312581808 sectors
Units: sectors of 1 * 512 = 512 bytes
Sector size (logical/physical): 512 bytes / 512 bytes
I/O size (minimum/optimal): 512 bytes / 512 bytes
Disklabel type: gpt
Disk identifier: 9510A25D-BB40-4144-84DA-FDA8E5A1F08F

Device        Start      End  Sectors  Size Type
/dev/sda1      2048  2029567  2027520  990M BIOS boot
/dev/sda2   2029568  5122047  3092480  1.5G Linux filesystem
/dev/sda3   5122048 71737343 66615296 31.8G Linux filesystem
/dev/sda4  71737344 74993663  3256320  1.6G Linux filesystem
/dev/sda5  74993664 80254975  5261312  2.5G Linux filesystem
/dev/sda6  89329664 94812159  5482496  2.6G Linux filesystem


Disk /dev/sdb: 74.5 GiB, 80026361856 bytes, 156301488 sectors
Units: sectors of 1 * 512 = 512 bytes
Sector size (logical/physical): 512 bytes / 512 bytes
I/O size (minimum/optimal): 512 bytes / 512 bytes
Disklabel type: gpt
Disk identifier: 39815586-FDA7-4932-A409-B2622B832407

# sgdisk -R /dev/sdb /dev/sda 
Caution! Secondary header was placed beyond the disk's limits! Moving the
header, but other problems may occur!
The operation has completed successfully.

# fdisk -l 
Disk /dev/sda: 149.1 GiB, 160041885696 bytes, 312581808 sectors
Units: sectors of 1 * 512 = 512 bytes
Sector size (logical/physical): 512 bytes / 512 bytes
I/O size (minimum/optimal): 512 bytes / 512 bytes
Disklabel type: gpt
Disk identifier: 9510A25D-BB40-4144-84DA-FDA8E5A1F08F

Device        Start      End  Sectors  Size Type
/dev/sda1      2048  2029567  2027520  990M BIOS boot
/dev/sda2   2029568  5122047  3092480  1.5G Linux filesystem
/dev/sda3   5122048 71737343 66615296 31.8G Linux filesystem
/dev/sda4  71737344 74993663  3256320  1.6G Linux filesystem
/dev/sda5  74993664 80254975  5261312  2.5G Linux filesystem
/dev/sda6  89329664 94812159  5482496  2.6G Linux filesystem


Disk /dev/sdb: 74.5 GiB, 80026361856 bytes, 156301488 sectors
Units: sectors of 1 * 512 = 512 bytes
Sector size (logical/physical): 512 bytes / 512 bytes
I/O size (minimum/optimal): 512 bytes / 512 bytes
Disklabel type: gpt
Disk identifier: 9510A25D-BB40-4144-84DA-FDA8E5A1F08F

Device        Start      End  Sectors  Size Type
/dev/sdb1      2048  2029567  2027520  990M BIOS boot
/dev/sdb2   2029568  5122047  3092480  1.5G Linux filesystem
/dev/sdb3   5122048 71737343 66615296 31.8G Linux filesystem
/dev/sdb4  71737344 74993663  3256320  1.6G Linux filesystem
/dev/sdb5  74993664 80254975  5261312  2.5G Linux filesystem
/dev/sdb6  89329664 94812159  5482496  2.6G Linux filesystem


Partizionamento di tipo MBR

La copia della tabella delle partizioni del disco sda in formato MBR può essere copiata nel disco sdb con

sfdisk -d /dev/sda | sfdisk /dev/sdb

si può anche scrivere la tabella delle partizioni su file e poi importarla con

sfdisk -d /dev/sda > sda_parttab.txt
sfdisk /dev/sdb < sda_parttab.txt

Risorse: