Home > Musica > Realizzare il primo semplice organo virtuale con GrandOrgue 0.3 in Ubuntu 12.xx

Realizzare il primo semplice organo virtuale con GrandOrgue 0.3 in Ubuntu 12.xx

 La Pagina dell'Organo L’obiettivo di questo post è quello di indicare come sia possibile, in modo semplice, utilizzando ubuntu 12.10 o ubuntu 12.04 e una qualsiasi tastiera midi, anche economica, fruire della richezza timbrica di un organo classico in ambito domestico. In fondo al post i links per scaricare diversi set di campioni free per organo virtuale

Risorse:

  • PC / portatile con ubuntu
  • GrandOrgue  e  Campioni per organo virtuale   ( Virtual organ Sample sets )
  • Qualsiasi tastiera MIDI –  USB

tastiera usb

se l’uscita è di tipo MIDI ( in – out)  serve un cavo USB – midi ( 10 euro )

tastiera-midi   Cable-USB-midi

 

Collegamenti fisic

I collegamenti da realizzare nel caso di 1 tastiera midi saranno i seguenti

grandorgue 1 tastiera

grandorgue 1 tastiera

Grandorgue

Grandorgue, giunto recentemente versione 0.3.1 e ospitato presso sougeforce, è un software che consente di suonare copie virtuali degli organi a canne classici. Grandourge, che può girare anche in computer non particolarmente potenti, utilizza campionamenti di organi a canne e può essere controllato via tastiere Midi consentendo risultati veramente sorprendenti.
Grandorgue può girare sia su linux che su Windows ed è di fatto l’evoluzioni di myorgan:  Virtual Organs – Software – MyOrgan – GrandOrgue . Myorgan ha rappresentato anche la base per Haupwerk.

Grandorgue

Grandorgue

Installare grandorgue 

Installiamo direttamente il pacchetto .deb da opensuse.org link come indicato in sourceforge. Prima di  installare grandorgue installiamo la key con :

sudo su

wget http://download.opensuse.org/repositories/home:e9925248:grandorgue/xUbuntu_12.10/Release.key

apt-key add - < Release.key  

echo 'deb http://download.opensuse.org/repositories/home:e9925248:grandorgue/xUbuntu_12.10/ /' >> /etc/apt/sources.list.d/grandorgue.list 

apt-get update

apt-get install grandorgue

Per avviare grandorgue  possiamo utilizzare l’apposita voce di menu in Sound e Video oppure da terminale digitando

# GrandOrgue

Modificare le impostazioni MIDI in

Audio/Midi > Audio/Midi setting > Initial MIDI Configuration

Spostare il Manual 2 (Great)  dal Channel 2 al Channel 1 utilizzano il pulsante [Properties].

Una volta modificate le impostazioni midi potrebbe essere necessario riavviare grandorgue

GrandOrgue-Impostazioni

An image of the organ in Bureå Funeral Chapel

Bureå Funeral Chapel

.

Adesso abbiamo bisogno di un organo virtuale campionato ( sample set  ) per GrandOrgue. Scarichiamo l’organo ad un manuale più pedaliera con sei registri originali della Bureå Funeral Chapel campionato da Lars Palo.  La dimensione del file da scaricare è di 92 MB. La pagina con gli organi virtuali campionati da Lars Palo è la seguente   My free GrandOrgue sample sets | Lars Virtual Pipe Organ Page

.

Il file può essere scaricato con wget con:

wget http://www.familjenpalo.se/sites/default/files/sampleset/Burea_Funeral_Chapel.rar

Decomprimiamo con

rar x Burea_Funeral_Chapel.rar

Per caricare i campioni aprire uno dei due files con estensione .organ , l’estensione gestita da grandorgue, utilizzando le voci di menu   File > Open

In  Burea_Funeral_Chapel.rar sono presenti  i files: burea_gravkapell.organ  e  burea_gravkapell_ext.organ ( versione estesa )

Possimo utilizzare diversi campioni di organo. La pagina del blog Virtual Organ free Sample Sets – Campioni per organo virtuale New_icons_17,  che sarà aggironata periodicamente, consente di raggiungere e scaricare diversi set di campioni per organo gratuiti.  Si può arrivare a campioni per organo che occupano diversi giga.  In grandorgue si può utilizzare anche  il formato HW 1 ( Hauptwerk 1 ) .

Ubuntu studio  latenza zero

Per avere risultati un po più professionali è necessario utilizzare un distribuzione linux predisposta per la musica come ubuntu studio così da utilizzare kernel a latenza zero.

Modello 3 tastiera pedaliera

Di seguito evoluzione del nostro semplice progetto tratta da  https://sites.google.com/site/grandorguev3/equipement

Screencast di Lars Palo con Grandorgue all’opera controllato da tre tastiere midi e pedaliera.
Viene indicato anche come configurare GrandOrgue in Ubuntu.

Risorse:

  1. gp
    settembre 18, 2013 alle 10:03 am

    Una domanda: se non si ha un touch screen l’unica alternativa è usare il mouse?
    Grazie
    gp

    • settembre 18, 2013 alle 8:06 pm

      Ciao gp,
      dipende da cosa devi fare. Sinteticamente.
      Se devi attivare registri, divisionali, unioni, pistonici hai quattro possibilità:
      1) la via maestra è associarli ai pulsanti/programmi della tastiera.
      ad esempio:
      a) tasto destro del mouse sul registro selezionare e premere il pulsante sulla keyboard che cambia programma (si ottiene così il controllo dalla keyboard del registro stesso )
      b) oppure a mano impostare il Midi Data sempre maschera attivata con pulsante destro
      c) oppure usare il MIDIKeyNumber nel file di configurazione .organ ( rischioso se non si sa quello che si sta facendo ).
      2) Va bene il touch screen ma come detto lo considero la seconda scelta.
      3) Il mouse
      4) La tastiera ( via ShortcutKey )

  2. mirko
    marzo 9, 2014 alle 4:06 pm

    Buongiorno,
    ho installato GO su Ubuntu 13.10 e collegato ad una tastiera e funziona veramente bene.
    Il problema nasce quando faccio suonare dei file midi da Frescobaldi: i tasti su GO rimangono premuti e il suono si protrae fino alla fine dell’esecuzione del midi.

    I tasti rimangono premuti anche se li clicco con il mouse sulla tastiera a video e l’unico modo che ho trovato per disattivarli è ripremere il tasto.

    Come posso risolvere questo problema.

    Grazie, mirko

    • marzo 17, 2014 alle 12:04 am

      Ciao Mirko,
      mi scuso per il ritardo nella risposta, speravo di aver tempo per provare Frescobaldi, che non uso, ma niente da fare. Spero il prossimo weekend. Personalmente utilizzo per pilotare GrandOrgue Rosegarden, pmidi e seq24 e non ho riscontrato problemi di sorta: le note non rimangono premute.
      Qui puoi vedere un video di Grandorgue pilotato con pmidi. Il filmato in realtà serviva per testare vokoscreen + handrake

      Ritengo che nel tuo caso ci siano problemi nell’intepretazione del messaggio midi inviato.

      Per quanto riguarda l’uso del mouse é normale che i tasti rimangano premuti. Se non fosse così non potresti mai provare un accordo con il mouse.

      Post con GrandOrgue pilotato da Rosegarden: https://mauriziosiagri.wordpress.com/2013/04/20/controllare-grandorgue-con-il-sequencer-rosegarden-in-linux/

  3. Andry Rossi
    giugno 20, 2014 alle 11:14 am

    Signor Maurizio Siagri, ho un problema con il programma di organi virtuali Grand Orgue. Io l’ ho installato su un vecchio computer Windows XP Home edition e, quando vado ad aprire l’applicazione, mi da un messaggio di errore che dice:” Si è verificato un errore in Grand Ourgue. L’applicazione verrà chiusa. Potrebbe essersi verificata la perdita dei dati su cui si stava lavorando “. Come posso rimediare a questo problema? A proposito, esistono dei campioni di organo virtuale che sono situati in grandi chiese (tipo il Duomo di Firenze)?

    • giugno 28, 2014 alle 7:57 pm

      Ciao Andry
      normalmente non ci sono problemi con windows XP. Personalmente non ne ho mai avuti.
      Dalle informazioni fornite però è difficile capire cosa sta succedendo.
      Per quanto riguarda gli “organi virtuali free” al momento non vengono superati i 30/40 registri. Però si può sempre costruire ad esempio ne ho costruito uno a 70 registri. Pià registri si utilizzano più risorse servono ad esempio 8 GB di ram potrebbero non essere sufficienti.

  4. roberto frigato
    novembre 17, 2014 alle 10:40 am

    Sto sperimentando da alcuni mesi Grandorgue e devo dire che esprimo un giudizio sostanzialmente molto positivo. Avrei però due domande da porre:
    1. Ho installato Grandorgue in ambiente windows ed attualmente utilizzo la versione 0.3.61088 in quanto le versioni successive si bloccano. Mi sapete indicare come risolvere il problema?
    2. Alcuni organi (Pitea, Wildervank ed altri) suonano in un ottava sbagliata e per utilizzarli devo settare il trasporto a -11.
    c’è una soluzione al problema?
    grazie
    roberto

    • novembre 18, 2014 alle 12:12 pm

      Per quanto riguarda il blocco.
      1 ) Non parte proprio l’applicativo ?
      2 ) Si blocca al caricameto di uno specifico sample set ?

      La traslazione di ottava mi sembra decisamente strana.
      Comunque sarebbe necessario sapere quali dispositivi compongono la catena midi.
      Personalmente ho osservato che alcuni combinazioni sistema operativo schede audio o dispositivi usb/midi e tastiere si abbinano bene
      altre no.

      • roberto frigato
        novembre 18, 2014 alle 3:59 pm

        L’applicativo parte ma alla comparsa della prima videata si blocca e compare la scritta “non risponde” questo con le versioni 0.3.1. Le versioni precedenti 0.2 0.3.0 vanno perfettamente.
        La catena midi in entrata è costituita da: Organo Viscount Jubileum, interfaccia midi “Roland edirol UM 1X” notebook Asus; in uscita il suono della discreta scheda sonora interna viene amplificato dalle casse interne all’organo Viscount usufruendo così della regolazione del volume a staffa.
        Non so se quanto esposto serva a qualcosa in ogni caso ringrazio per l’attenzione e la cortesia.
        roberto

      • novembre 19, 2014 alle 9:14 am

        Procediamo per gradi.
        La cosa migliore sarebbe poter usare una delle ultime versioni di GrandOrgue.
        Lo sviluppo è continuo e i miglioramenti si fanno sentire e apprezzare.
        Ad esempio nelle ultime versioni 0.3.1.1664/9 fra le altre cose c’è la possibilità di
        di registrare ed eseguire files midi direttamente dal menu Audio/Midi senza interfacciare sequencers.
        Personamente utilizzo macchine linux e mac. Windows purtroppo molto meno. Però la 0.3.1.1664 riesco
        a farla girare anche su macchina virtuale windows 7.
        Quindi consiglierei di provare a disistallare l’ultima versione win
        scollegare la Roland UM 1x reinstallare la 3.1.1664 che è l’ultima per Windows e vedere se si apre.
        E provare GO ad avviare senza colleare l’interfaccia
        Preventivamente è il caso di pulire le caches di GO.
        Non vorrei che il blocco dipenda dal tentativo di caricare un sample set non compatibile con la nuova versione di GO.
        Comunque le prove in caso di problemi andrebbero sempre fatte con il sample set di test che è demo_v1.7z.

        Infatti se si usano le ultime versioni di GO si potrebbero avere problemi di compatibilità con alcuni dei vecchi sample sets.
        Su sourceforge sono disponibili tools di Lars Palo per adeguare i vecchi sample sets.

        Per la cartena MIDI dovrebbe essere OK.
        Anche se credo che, per problemi MIDI, tu non possa usare i registri del Viscount per controllare i registri di GrandOrgue.
        Per la traslazione di ottava non saprei cosa dire potrebbe esserci qualche settaggio che hai definito manualmente
        e che rimane attivo.

        Complessivamente purtroppo la situazione segnalata evidenzia anomalie/instabilità che non dovresti avere.

  5. roberto frigato
    novembre 17, 2014 alle 11:41 am

    Voglio solo aggiungere che il sistema operativo è windows 7.
    roberto

  6. roberto frigato
    novembre 19, 2014 alle 10:51 am

    Riingrazio per i suggerimenti. Quanto prima con un attimo di tempo libero proverò quanto suggwerito e farò conoscere l’esito.
    grazie
    roberto

  7. roberto
    novembre 21, 2014 alle 6:06 am

    Ho eseguito tutto quanto alla lettera ma nulla è cambiato lancio il programma e subito si blocca alla prima schermata.
    Ora ho installato ubuntu come secondo sistema operativo ma devo capire come si scarica ed installa il programma.
    buona giornata
    roberto

  8. roberto
    novembre 21, 2014 alle 5:11 pm

    Ubuntu installato. Granorgue installato collaudato con vari campioni. Tutto perfetto e altamente soddisfacente. Con la versio 0.3.1.1735 per ubuntu si possono comandare anche i registri con le placchette della console. Grande spettacolo!
    ringrazio per i consigli e saluto
    roberto

  9. luigi
    dicembre 1, 2014 alle 9:05 pm

    le devo un sentito ringraziamento,per avermi consentito di accedere al mondo degli strumenti virtuali. Seguo continuamente la sua pagina nella speranza di aggiornamenti, anche se la quantità di organi che,grazie a lei, ho adesso a disposizione, basterà per soddisfare ogni esigenza.
    Luigi

  10. Andry Rossi
    febbraio 11, 2015 alle 6:17 pm

    Salve signor Maurizio Siagri, sono Andrea Rossi da Foggia e, se possibile, vorrei avere qualche informazione da Lei. Io, ultimamente, ho provato a creare organi virtuali per Grand Orgue e ci sono riuscito, ma posso solamente scrivere i file “organ”. Non esiste per caso un programma già predisposto che permetta di creare i file di Grand Orgue (e se possibilmente anche per Hauptwerk)?
    Esiste anche un programma per creare suoni virtuali dei registri degli organi a canne e anche semmai con il riverbero?
    Un ultima cosa: io vorrei anche disegnare gli organi che invento: esiste anche un altro programma per costruire gli organi in 3D (e se possibile anche le chiese in 3D)?
    P. S. Dopo la prima volta che le ho scritto, sono riuscito a far partire Grand Orgue sul mio vecchio computer scaricandolo da un altro sito. Adesso, invece, ho un portatile da 8 GB di RAM e gli organi per Hauptwerk funzionano perfettamente. Quanti registri può arrivare a “reggere” il mio nuovo computer?
    Mi perdoni se ho scritto tante domande, ma sono fortemente appassionato e non riesco a trovare nulla in merito su Internet.

  11. Luigi Onofri
    giugno 4, 2016 alle 6:29 pm

    Gent. Maurizio Siagri, sto per acquistare una vecchia pedaliera Ahlborn 32 note concavo radiale che dispone di un connettore 15 pin per il collegamento alla consolle. Volevo sapere se è possibile utilizzare questo connettore per midizzarla e poterla usare con GrandOrgue
    grazie
    luigi

    • settembre 5, 2016 alle 5:45 pm

      Non ho esperienza diretta con la pedaliera in questione però se il connettore non è MIDI e non si dispone dello schema elettronico temo sia un bel problema.

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: