Home > Linux > Debian 6.0 Squeeze 32 bit in XenServer 5.6 SP2 installazione e configurazione da zero

Debian 6.0 Squeeze 32 bit in XenServer 5.6 SP2 installazione e configurazione da zero

Debian  Obiettivo: creare una PVM Debian 6.0 32 bit in XenServer 5.6 SP2 con un desktop grafico leggero, raggiungibile con i vari protocolli di rete  e configurarla con una dotazione completa di tool e applicazioni così da realizzare una VM robusta ma completa in termini di funzioni desktop.

Creazione VM debian di tipo PV (paravirtualization)

Utilizziamo XenCenter click su NewMachine selezionare il template Debian Squeeze 6.0 ( 32 bit )
e utilizzare l’installazione via url

name:  deb632pv
description: Deb6-32b Squeeze 6.0 (32b)

url: http://mi.mirror.garr.it/mirrors/debian/

Number of vCPUs:        1
Initial Memory:       1024
Utilizzate: 3 schede di rete

Installazione Debian Linux

Terminata l’impostazione della VM si passa all’installazione di debian seguendo l’installazione classica da terminale. Di seguito le fasi e le scelte principali:

Select a language: English
Select your location: Italy
Configure locales: United Kingdom
Configure the keyboard: Italian

Configure the network:

primary interface: eth0
metodo dhcp
hostname: <inserire-nome-pc>
domain name:  <empty – invio >
debian archive mirror country: italy
debian archive mirror: mi.mirror.garr.it
HTTP proxy: <empty – invio>

Quindi inserita password per root e configurato il primo user.
Root password: <impostare password>
Set up users and passwords:  <impostare new user>

Partitions disk:
per quanto riguarda il partizionamento utilizzate le opzioni:
– guided  use entire disk
– all files in one partition (recommended for new eusers )
risultato:  disk 8.6 GB 8.2 ext3 402MB swap   ( xvda )

Software Selection
Impostato Configurating popularity-contest:NO ( default).
in Software Selection deselezionato tutto

Completata la creazione con l’installazione di GRUB in mbr
Installati i Xen tools.Installare XenServer tools in Linux VM
risultato 524 MB installati ( df )

Personalizzzare l’ambiente debian

Passare a root

su

Poichè le operazioni potrebbero non essere svolte tutte di seguito di tanto in tanto valutare di fare l’update e l’upgrade dle sistema

aptitude update
aptitute upgrade

Se necessario riconfigurare la tastiera con

 dpkg-reconfigure keyboard-configuration

( configurare la tastiera e impostare / modificare il layout della tastiera in debian ubuntu linux)

Installiare ora alcune utili applicazioni per terminale:

mc ( midnight commander)  l’efficace  file manager dual pannel con supporto fish,
nano il comodo editor da terminale,
nmon  applicativo per monitorare  il sistema completo ed efficace  nmon
sysv-rc-conf  l’utile  gestore di servizi
nmap molto di più di uno scanner di rete

aptitude install nano mc nmon sysv-rc-conf nmap

Installare sudo

Installare sudo così da poter operare, quando serve, da root pur essendo “loggati” come normali utenti ( stile Ubuntu) .

aptitude install sudo

aggiugersi come user con echo (ovviamente va sostituito <tuo-username>)

echo "<tuo-username>   ALL = (ALL) ALL"   >>  /etc/sudoers

la riga si può aggiungere anche con un editor

nano /etc/sudoers

modificare il run level di sudo abilitato i run level 2,3,4,5 con sysv-rc-conf

sysv-rc-conf –level 2345 sudo on

(dettagli: post come configurare l’avvio dei servizi con chkconfig e sys-rc-config)

Servizi per il controllo da remoto

Installare serviz per consentire l’interazione e il controllo della macchina virtuale debian da remoto

Installare ssh

per collegarsi da remoto installiamo ssh

aptitude install openssh-server

Installato ssh si può continuare l’installazione da terminale remoto.
Controllare l’avvio al boot con

:~$ sudo sysv-rc-conf --list | grep ssh
ssh          2:on	3:on	4:on	5:on

eventualmente settare con con

sysv-rc-conf –level 2345 sudo on

Installare samba

Per favorire l’interazione da remoto installiamo anche samba

aptitude install samba 
editare il Workgroup/domain
Samba server  Workgroup/domain Name: WORKGROUP
:~$ sudo sysv-rc-conf --list | grep samba
samba        0:off	1:off	2:on	3:on	4:on	5:on	6:off

eventualmente settare con con

sysv-rc-conf –level 2345 sudo on

Samba in debian squeeze e ubuntu linux via terminale

Installare xrdp

Per connettersi da remoto via rdp installare xrdp

aptitude install xrdp
:~$ sudo sysv-rc-conf --list | grep xrdp
xrdp         0:off	1:off	2:on	3:on	4:on	5:on	6:off

Installare Xnest

Per avviare il desktop manager una volta connessi da remoto via ssh conviene utilizzare Xnest che installiamo con

aptitude install xnest

per usare Xnest da remoto si può utilizzare la sequenza di comandi:

ssh -X -C ip-computer 
Xnest :3 -geometry 1280x1024 -ac & 
DISPLAY=:3 openbox

x2go

per la connessione da remoto valutare anche il performante x2go: Installare x2go in Debian squeeze 6.0 32 bit e ubuntu linux

Personalizzare l’ambiente grafico

Xrdp installa il server grafico  vnc4server quindi a questo punto si dispone già di un Xserver minimale  pertanto è sufficiente installare un window manager e o un desktop manager. Per mantenere l’installazione essenziale si optare per un window manager leggero e veloce come lxde-core, fvwm o icewm etc..

aptitude install lxde-core

Come controllore installare window manager

aptitude install wmctrl

qualora si installino più window manager è possibile impostare il window manager predefinito con

update-alternatives --config x-window-manager

Installare le applicazioni di riferimento

Configuriamo l’accesso a backport per poter scaricare in alcuni casi le ultime versioni dell’applicazione prescelta

echo "# backport" >> /etc/apt/sources.list
echo "deb http://backports.debian.org/debian-backports squeeze-backports main" >> /etc/apt/sources.list

per controllare l’aggiunta della riga: cat /etc/apt/sources.list

Installare applicativi per avere un desktop completo che consenta di affrontare quasi tutte le situazioni operative una volta connessi in desktop remoto oppure via ssh -X.
Di seguito la lista delle mie applicazioni preferite se si è installato lxde-core alcune saranno già disponibili

Accessori

pcmanfm: file manager leggero
lxterminal : terminale
gksu:  per avviare un applcativo gui come  root
gpicview:  visualizzatore di immagini
file-roller:   gestore di archivi
evince: visualizzatore pdf
xfce4-screenshooter-plugin : per effettura screen shot comodamente
gucharmap : mappa caratteri
revelation: gestore password
matchbox-keyboard:tastiera virtuale
baobab : occupazione spazio disco (Disk Usage Analyzer)

aptitude install pcmanfm gksu gpicview lxterminal file-roller evince
aptitude install xfce4-screenshooter-plugin matchbox-keyboard revelation baobab
pcmanfm: configurare preferences impostare  in tab [Advanced]
- Terminal emulator:
- Switch user command: gksu %
- Archiver integration: file-roller
Programmi

iceweasel: browser
icedove: email client
gimp: completo programma per l’elaborazione grafica
gnumeric: spreadsheet
abiword:wordprocessor
remmina:ottimo gestore di connessioni remote:rdp
simplescan: scanner di base

aptitude install gnumeric abiword remmina simple-scan gimp

iceweasel browser e icedove email clietn praticamente firefox e thunderbird in debian

aptitude install -t squeeze-backports iceweasel 
aptitude install -t squeeze-backports icedove
Sistema Programmazione

gigolo: gestore connessioni a file systems remoti
scite: editor per sviluppatori
bleachbit: pulizia del sistema
fslint: ricerca file duplicati
gparted: gestore partizioni
gnome-nettool: client network tools lookup, traceroot, ping…

aptitude install gigolo scite  bleachbit fslint gparted gnome-nettool

Stampante

per utilizzare una stampante e installare i servizi di stampa e l’applet di configurazione system-config-printer

aptitude install cups cups-client
aptitude install system-config-printer
/etc/init.d/cups start

fare riferimento anche al seguente post:  Installare stampante di rete Brother MFC5980CN in Debian 6.0 Squeeze 32 Bit

Pulizia

pulizia apt cahce

sudo apt-get autoremove && sudo apt-get autoclean && sudo apt-get purge && sudo apt-get clean

Per rimuovere le lingue che non interessano utilizzare il programma localepurge.

sudo apt-get install localepurge

Nella finestra che appare dopo l’installazione selezionare le lingue che si intendono preservare. Qui sarà possibile selezionare le lingue che ci interessano.
Ad esempio solo l’inglese :
en
en_GB
en_US
en_GB.UTF-8
en_US.UTF-8

aptitude update
aptitute upgrade

Kernel
Per rimuovere kernel prendere spunto da questo post: Ubuntu rimuovere kernel obsoleti via terminale

( 1.4 GB )

Debian — The Universal Operating System

Altre risorse nle blog:

Advertisements
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: