Remmina remote deskotp client

Remmina è  un client per desktop remoto in GTK+ che supporta diversi protocolli: RDP, VNC, NX, XDMCP e SSH. Remmina è un software open-source efficace con un interfaccia user-friendly che consente di gestire una molteplicità di connessioni.

Di seguito alcune schermate con la finestra principale e le opzioni utilizzabili che sono tutte quelle che servono.

remmina finestra principale

remmina finestra principale con l’elenco delle connessioni impostate e i plugins installati

Le opzioni per l’impostazione di una connessione rdp  verso windows o quando  si utilizza xrdp  come X window server minimale in ubuntu debian linux. E’ possibile impostare la risoluzione, selezonare la cartella da condividere in advanced si può impostare il suono, il tipo di sicurezza, condividere stampanti, qualità della connessione, ….

remmina-preference-i basic

remmina RDP preferences i Basic tab

remmina-preference-advanced

Remmina il tab advanced: qualità, suono, sicurezza, stampanti

Remmina VNC opzioni del basic tab

remmina-vnc

Remmina VNC i basic tab

Remmina SSH Connection

remmina-ssh

Remmina ssh opzioni

Remmina errore Connessione a Windows con RDP

Qualora si verifichino problemi nella connessione a sisteami Windows via RDP con remmina del tipo ad esempio

"Unable to connect to RDP server ....

remmina-rdp-unable

Abbiamo due possibili soluzioni:

1°)  potrebbe anche essere sufficiente la selezione  in Advanced -> Security della Modalita RDP

remmina rdp security

remmina rdp security

2) oppure nel caso di problema con la hostkey del computer remoto. Rimuovere il fingerprint  del computer remoto che è conservato nel file

/home/<username>/.freerdp

Per risolvere l’errore la soluzione più semplice consiste proprio nella cancellazione della riga con l’ip del computer al quale non si ha accesso. Salvare e quindi rieffettuare l’accesso. Verrà chiesto di confermare il nuovo certificato.  ( remmina : Unable to connect to RDP server ) . I dettagli di questo tipo di errore sono più espliciti quando si usa vinagre come evidenziato in questo post  vinagre : Error connecting to host

Risorse:

Annunci

Tunnel via ssh per gestire il server postgresql con pgAdmin3

[201209 Aggiornamento] Altri tunnels:  ssh tunnel per accedere a servizi http, postgresql, samba in remoto

Tunnel via ssh per amministrare il server postgresql con pgAdmin

premessa è bene che l’autenticazione non sia di tipo ident per le connessioni del
localuser del server postgres.
Pentanto nel file pd_hda.conf di postgres (installazione standard di RedHat o Centos
/lib/pgsql/data/pg_hda.conf è preferibile settare l’opzione METHOD per gli indirizzi 127.0.0.1
da ident impostazione standard a md5

METHOD
host all all 127.0.0.1/32 md5

Utilizzo di ssh per creare il tunnel

Il server sql postgres comunica sulla porta 5432
pertanto qualora la porta locale 5432 fosse disponibile è possibile
utilizzare la stessa porta.
Il tunnel sarà impostato con il seguente comando

ssh -fNg -L 5432:localhost:5432 pluto@83.45.193.165

qualora la porta 5432 del computer locale non fosse disponibile è possibile indirizza verso altra porta
ad esempio la 8888 oppure la 5433 in questo caso il comando diventa:

ssh -fNg pluto@83.45.193.165 -L 8888:localhost:5432

quindi per la console interattiva

$ psql -h 127.0.0.1 -p 8888 postgres postgres

per pgdmin3 impostare host=127.0.0.1, port=8888 quindi user e database desiderati

Utilizzo di putty per creare il tunnel

Il programma putty disponibile sia per windows che per linux
offre un interfaccia grafica agevole per creare connessioni anche ti tipo ssh.

I passa da seguire sono:

  • impostare Hostname digitando l’indirizzo Ip o il nome del server da raggiungere.
  • selezionare SSH come Connection Type
  • indicare l’eventuale nome per salvare la sessione ( scelta consigliata )
  • utilizzare l’opzione Tunnels per impostare il tunnel ssh.
  • L’opzione Tunnels si trova nel menu SSH della category Connection dell’elenco a sinistra.
    Controllare che sia selezionato Local.
    Nel campo Source port inserire la porta del server nel nostro caso 5432
    Nel campo Destination inserire localhost:5432
    Quindi premere Add.
    Salvare e aprire la connessione.

Risorse: